Fraternità Francescana
Madre della Riconciliazione e della Pace

Che mondo fratelli!

Che mondo fratelli!

Il Maligno le tenta tutte, pur di portare con sé più anime possibili, nella tristezza e nell’angoscia eterna!

Sapendo che oramai è prossimo il trionfo della Verità per mezzo del Cuore Immacolato di Maria, il Principe della Menzogna si agita e cerca di convincere l’umanità affermando, in molteplici modalità, che non esiste sofferenza eterna, che il Dio rivelato da Gesù, e annunciato per duemila anni dalla Chiesa, non è l’autentico Dio, e che l’Inferno, in sostanza, non esiste.

Il Nemico di Dio e del genere umano, ultimamente, agisce anche strumentalizzando e confondendo uomini e donne notoriamente profondi e intelligenti. Ma sappiamo da tempo immemorabile che la profondità e l’intelligenza senza la Fede solida e cristallina di chi ha fatto esperienza del Risorto, del Vivente, di Colui che ha vinto sul peccato e sulla morte, sono pietra d’inciampo.

La Pasqua ci ha appena ricordato, attraverso la tomba vuota, che le tenebre sono vinte dalla Luce del Risorto, il quale nel Suo amore infinito ha rotolato, e rotola continuamente, la pietra che impedisce di vedere e di constatare che non c’è morte ma Vita.

Gesù, il Vivente, rotola continuamente la pietra del nostro cuore per donare Luce, per diradare le tenebre della menzogna nella Sua Verità e liberarci dalla morte interiore.

Come con i due discepoli di Emmaus, in cammino verso il loro villaggio, delusi e tristi, il Risorto si accosta a ciascuno, sotto altre sembianze, e riscalda il cuore del viandante con le parole dell’Amore umile e gratuito, della Speranza certa.

Non attende altro che il desiderio di continuare ad ascoltare quelle parole di Vita: Resta con noi!

Il Maligno vuole, in questo nostro difficile tempo, evitare l’accoglienza di quelle parole di Vita che per duemila anni hanno riscaldato il cuore dei credenti e hanno formato Amici di Dio e Profeti, che hanno forgiato Martiri e Santi, che hanno spinto folle intere a dare la vita per Gesù e per il Suo Progetto di Salvezza, Salvezza dalla perdizione eterna, dalla sofferenza costante e continua, dalla tristezza e dall’angoscia inimmaginabile.

Gesù, nel Suo amore misericordioso, sempre opera per sostenere lungo la via l’essere umano, chiamato alla vita santa per la Gioia eterna, e per favorirne la piena realizzazione e maturazione nella Verità e nell’Amore, anche quando l'uomo, nella sua libertà, decide di essere autosufficiente e proseguire, nella sua presunzione, il cammino della vita terrena.

Nel Suo amore misericordioso, ha persino camminato con noi, assumendo la debolezza, la fragilità e il limite, proclamando la Verità che rende veramente liberi e sconfiggendo la Menzogna che rende gli esseri umani schiavi del Male.

Nel Suo amore misericordioso, ha accettato umiliazione, disprezzo, Passione e Morte, uscendo di scena con umiltà e donandoci il Suo perdono: Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno!

Nel Suo amore misericordioso, ha dato tempo al peccatore perché, convertendosi, possa entrare con Lui in Paradiso, evitando la Geenna, il fuoco inestinguibile, dove c’è pianto e stridore di denti.

Nel Suo amore misericordioso, ha rivelato chiaramente, attraverso i secoli, che il Menzognero ed il Separatore è in azione e che il suo stato persistente è l’odio, l’opposto dell’Amore, e quindi della Verità, della Gioia e della Pace, possibili soltanto nella Fede in Cristo Gesù, il Risorto, il Vivente, il Vittorioso per sempre!

Il suo stato è l’Inferno! E coloro che respingono ostinatamente Gesù, purtroppo, scelgono di condividere un regno eterno di odio, tristezza e angoscia, rinunciando al meraviglioso Progetto di Dio che ama la Sua creatura e ha riservato per lei un Regno dove scorre latte e miele, ogni Bene!


Fr. Cristoforo Amanzi ofm

03 Aprile 2018

www.riconciliazionepace.it